Stop a maxi bollette.

Stop a maxi bollette.

Dal primo marzo 2018 è entrata in vigore la normativa che protegge il consumatore nel caso di rilevanti ritardi nella fatturazione da parte dei fornitori. In presenza di una fatturazione di conguagli il cliente è tenuto a pagare solamente gli ultimi 24 mesi fatturati.

Le cosiddette maxi bollette, derivano spesso da un blocco della fatturazione, da rettifiche del dato di misura fornito dal distributore locale oppure da mancate letture del contatore da parte del distributore per un lungo periodo di tempo.

Ora, il periodo della prescrizione delle bollette, che prima era di 5 anni, viene così accorciato a 2. Il calcolo dei 2 anni parte dal momento dell’emissione della fattura, ossia entro massimo 45 giorni dall’ultimo giorno fatturato.