Allaccio

Come allacciare un nuovo contatore?

In cosa consiste

L’operazione di nuovo allaccio o allacciamento è un lavoro relativamente veloce. A conti fatti l’allaccio consiste nella posa di un contatore elettrico o di un contatore del gas.

allaccio contatore elettricitàallaccio contatore gas

Ad occuparsi dell’allaccio è il distributore locale di energia elettrica o gas che varia da zona a  zona.

  1. A chi effettuare la richiesta
  2. Apertura della Pratica per allaccio energia elettrica
    1. Tempi per allaccio energia elettrica
    2. Preventivo per allaccio energia elettrica
    3. Costo dell’allaccio energia elettrica
  3. Apertura della Pratica per allaccio gas
    1. Tempi per allaccio gas
    2. Preventivo per allaccio gas
    3. Costo dell’allaccio gas
  4. Installazione del contatore

A chi effettuare la richiesta

Se vuoi allacciare la tua abitazione alla rete dell’energia elettrica o del gas puoi rivolgerti: ad un fornitore di energia elettrica e gas oppure direttamente al distributore

  • Nel caso in cui ti rivolga al fornitore, dopo la sottoscrizione del contratto di fornitura di luce e gas, il fornitore è obbligato a presentare la richiesta di allacciamento alla società distributrice. In questo caso la richiesta sarà contestuale alla richiesta di attivazione.
  • Nel caso in cui tu voglia solo allacciarti alla rete senza attivare un contratto di fornitura di luce o gas, devi rivolgerti direttamente all’impresa di distribuzione.

Apertura della Pratica per allaccio energia elettrica

Per richiedere un allaccio puoi inviare le informazioni direttamente alla mail utenze@atucons.it , sarai contattato da un nostro consulente che invierà la domanda per te ad una delle aziende  con cui la nostra associazione ha un accordo.

In generale i dati necessari per fare domanda di allaccio dell’energia elettrica sono:

  • la potenza disponibile richiesta (quanti Kilowatt)
  • l’indirizzo della fornitura
  • il numero della concessione edilizia
  • recapito telefonico sul quale essere contattato

Per le case e le piccole aziende, l’allaccio viene effettuato sempre in bassa tensione.
Infatti, a meno di una richiesta specifica dal cliente, i punti di prelievo fino a 100 kW sono allacciati in bassa tensione.

Nel caso di solo allaccio senza attivazione la richiesta deve essere necessariamente fatta al distributore locale.

Tempi per allaccio energia elettrica

Se hai presentato la richiesta al fornitore, quest’ultimo la trasmette al distributore entro 2 giorni lavorativi.

Comunque dopo aver ricevuto i documenti, la società di distribuzione, entro 20 giorni lavorativi  ti contatterà per fissare se necessario, un sopralluogo, altrimenti deve inviare al cliente il preventivo.

Preventivo per allaccio energia elettrica

Il preventivo è quel documento che viene presentato dal vostro fornitore o dal distributore locale prima di sottoscrivere un contratto di fornitura di luce o gas. Nel preventivo vengono stimati i costi in cui incorrerete in base alle operazioni richieste al distributore.

Il preventivo, deve contenere alcuni elementi per garantire chiarezza e trasparenza. Gli elementi che devono essere presenti nel preventivo sono principalmente quelli relativi ai dati di rintracciabilità per identificare la richiesta, i tempi necessari per portare a termine l’operazione, i costi totali, le procedure necessarie per consentire l’esecuzione dei lavori e la durata del preventivo.
Una volta che il cliente ha accettato il preventivo o paga il contributo previsto, il distributore deve realizzare l’allacciamento entro i tempi previsti nel preventivo stesso:

  • 15 giorni lavorativi dalla data di ricevimento dell’accettazione se si tratta di lavori semplici (interventi facili come ad esempio l’installazione del contatore o il prolungamento di un cavo/tubo)
  • 60 giorni lavorativi in caso di lavori complessi (interventi di tipo strutturale come ad esempio il passaggio di cavi/tubi sotto terra o dentro i muri)

Il preventivo deve essere valido per almeno 3 mesi. Dopo la scadenza, per ottenere l’allacciamento si deve ripresentare la richiesta.

Costo dell’allaccio energia elettrica

I costi per l’allaccio di un contatore tengono conto di diversi fattori:

  • Quota distanza, calcolata in linea retta tra la fornitura da allacciare e la più vicina cabina di trasformazione in servizio da almeno 5 anni (cabina di riferimento). Per l’allacciamento di clienti domestici nelle abitazioni di residenza anagrafica con potenza disponibile fino a 3,3 kW, si applica una quota fissa.
  • Quota potenza, che si calcola in base alla potenza disponibile indicata dal cliente nella richiesta di allacciamento.
  • Quota fissa, che deve sempre essere versata dal cliente a copertura dei costi amministrativi sostenuti dal distributore per realizzare l’allacciamento

Nel caso in cui il cliente richieda successivamente un aumento di potenza del contatore, il distributore chiederà l’eventuale costo aggiuntivo anche per la quota distanza, se questa è superiore ai 200 metri.

Per gli allacciamenti in edifici con più di quattro unità immobiliari, si considera, oltre ad una potenza disponibile di 3,3 kW per ogni unità immobiliare, un ulteriore punto di prelievo per i servizi generali di ciascun edificio, con la potenza richiesta.

Inoltre il costo dell’allaccio alla rete elettrica dipende anche dalla durata di utilizzo della connessione. In sostanza gli allacciamenti possono essere permanenti o temporanei.

Allaccio permanente

Il prezzo dell’operazione di allaccio viene calcolato in relazione alla tipologia di fornitura dalla società di distribuzione sommando i contributi di “Quota distanza”“Quota potenza” e “Quota fissa”, ad eccezione delle tipologie di allacciamenti classificati “particolari” (come ad esempio allacci di roulotte, case isolate in territorio extraurbano, fabbricati, ecc.).

Quota distanza

La distanza è calcolata in linea retta tra la fornitura da allacciare e la più vicina cabina di trasformazione in servizio da almeno 5 anni (cabina di riferimento):

  • Fino a 200 metri o, indipendentemente dalla distanza effettiva in caso di casa di residenza: 184,48 €;
  • Quota aggiuntiva da 200 a 700 m.: per ogni 100 metri o frazione superiore a 50 metri 92,47 €;
  • Quota aggiuntiva da 700 a 1.200 metri: per ogni 100 metri o frazione superiore a 50 metri 184,48 €;
  • Quota aggiuntiva oltre 1.200 metri: per ogni 100 metri o frazione superiore a 50 metri 368,96 €.

Quota potenza

Si calcola in base alla potenza disponibile indicata dal cliente nella richiesta d’allacciamento. Per le forniture fino a 30 kW servite da un contatore con limitatore di potenza, la potenza disponibile è il 10% in più di quella indicata nel contratto di fornitura. Il costo è di 69,36 €/kW disponibile.

Quota fissa

Deve sempre essere versato dal cliente a copertura dei costi amministrativi sostenuti dal distributore per realizzare l’allacciamento. Il costo è di 27,03 €.

Di conseguenza per un cliente domestico desideroso di installare un contatore di 3 kW l’allacciamento costerà circa 440,00 €, IVA esclusa (IVA al 10%), il costo complessivo sarà di 484,00 € ai quali verrà aggiunto l’eventuale costo di gestione della pratica da parte del fornitore.

Allaccio di tipo temporaneo

Per gli allacci temporanei (quelli richiesti per una durata inferiore a un anno, eventualmente rinnovabile per un altro anno) il costo varia secondo i casi:

  • se l’allaccio è eseguito per un utilizzo prolungato nel tempo, a beneficio dei diversi soggetti che, in tempi diversi, presentano richiesta di connessione (es.spettacoli viaggianti), si applica il contributo forfetario previsto per un allacciamento permanente standard per la prima realizzazione dell’impianto; per le richieste di connessione successive si applica il contributo in quota fissa di 26,83 € e un corrispettivo in quota fissa di 27,03 €.
  • se, invece, non è necessaria la realizzazione di una cabina di trasformazione MT/BT, e se la distanza non è superiore a 20 metri dall’impianto esistente, si applica un contributo a forfait.
  • negli altri casi, il contributo è determinato sulla base della spesa relativa.

Apertura della Pratica per allaccio gas

Per richiedere un allaccio puoi inviare le informazioni direttamente alla mail utenze@atucons.it, sarai contattato da un nostro collaboratore che invierà la domanda per te ad uno dei venditori con cui la nostra associazione ha un accordo.

Per la richiesta di allaccio è necessario recarsi di persona agli sportelli del fornitore oppure chiamare il servizio clienti, oppure, compilare il modulo via internet ed inviarlo, via posta, fax o e-mail. In generale i dati necessari per fare domanda di allacciamento sono:

  • l’indirizzo della fornitura
  • i dati identificativi del cliente (nome e cognome, codice fiscale ecc.)
  • l’uso per cui si richiede il gas, per esempio per cottura cibi, produzione acqua calda, soltanto riscaldamento oppure riscaldamento, cottura e acqua calda
  • dati catastali dell’immobile
  • recapito telefonico sul quale essere contattato

Anche per il gas ci sono i distributori locali che si occupano dell’installazione del contatore. Per scoprire quale sia il distributore locale nella tua zona basterà andare al sito dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, ed effettuare la ricerca.

Tempi per allaccio gas

Dopo aver consegnato i documenti, la società di distribuzione ti contatterà per fissare, se necessario, un sopralluogo. Anche nel caso dell’allacciamento alla rete del gas la società di distribuzione deve inviare al cliente, entro 15 giorni lavorativi per i lavori semplici, o 30 giorni se complessi, il preventivo.

Preventivo per allaccio gas

Il preventivo per legge deve contenere alcuni elementi per garantire chiarezza e trasparenza.
Gli elementi che devono essere presenti nel preventivo sono principalmente i codici di identificazione e rintracciabilità della richiesta, il tipo di utenza in oggetto, tipo di contatore da installare, tempi e costi dell’operazione di allaccio, le procedure necessarie per consentire l’esecuzione dei lavori, e la durata di validità del preventivo.

Una volta che il cliente ha accettato il preventivo o paga il contributo previsto, il distributore deve realizzare l’allaccio entro:

  • 10 giorni lavorativi dalla data di ricevimento dell’accettazione se si tratta di lavori semplici (con contatore fino alla classe G25)
  • 60 giorni lavorativi in caso di lavori complessi

Costo dell’allaccio gas

Il costo di un allaccio alla rete gas varia da zona a zona ed è determinato dal distributore locale. Dopo aver mandato un tecnico per effettuare il sopralluogo, il distributore invierà al cliente un preventivo per determinare i costi dell’allaccio e gli eventuali lavori necessari per l’installazione del nuovo contatore del gas. Come stabilito nella Delibera 40/2014, le informazioni raccolte dal distributore durante gli accertamenti possono essere utilizzate solo da quest’ultimo e, su loro richiesta, dagli Enti pubblici competenti a svolgere attività di vigilanza sugli impianti di utenza sottoposti ad accertamento.

Installazione Contatore

L’allacciamento si completa con l’installazione del contatore, sempre di responsabilità del distributore. Le opere murarie necessarie per l’installazione invece, sono a carico del cliente. Il contatore deve essere installato vicino l’utenza e deve essere accessibile per il gestore di rete anche in assenza del cliente.

 

se vuoi saperne di piu’ clicca sull’icona che trovi nel sito ;

scrivici e risponderemo alle tue domande 

puoi contattarci anche tramite l’app TELEGRAM al numero 3703171175

CLICCA QUI’ PER UN ANALISI  DELLE TUE BOLLETTE